I Comunione - Parrocchia S. Andrea Apostolo - Santa Maria Capua Vetere

Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comunione

CATECHESI
I MAGGIO: RITIRO E CONFESSIONI A VISCIANO DI NOLA 
SANTUARIO DELLA MADONNA DEL CARPINELLO
 
 
PRIMA COMUNIONE 2017
Turni I Comunione 2017


 
4 GIUGNO

 
1)CIPOLLETTA GIUSEPPE
2)CONTESTABILE MICHELE
3)DE GENNARO MARIANO
4)DIANA PASQUALE
5)ELISEO ALESSIA
6)ELISEO LORENZO
7)GALEONE ANTONIO
8))MAIELLO ANTONELLO
9)MORRONE ROBERTA
10)SANTILLO MATTEO
11)SAROGNI ALESSANDRO
12)SORBO ANGELA
13)STELLATO GIOVANNA
14)VANITÀ NOEMI
15)VASTANO GABRIELE
16)VITELLI FRANCESCO
  

 
 
 
11 GIUGNO
 
1)BOIANO EMMANUELA
2)BUONPANE DAVIDE
3)DAVIDE CRISTIANA
4)DI MATTEO FRANCESCO
5)FISIO DOMENICO
6)FISIO MANUEL
7)MAZZA MICHELE
8)MERONE DARIO
9)PENNACCHIO MICAEL
10)VIGLIANO GAIA

 
 

 
 
18 GIUGNO

1)BIANCO FABOZZI GIOVANNA PIA
2)DE LUCIA FERDINANDO
3)DE LUCIA MATTIA
4)DEL CIAMPO LUDOVICA
5)DELL'ANNO ROSA PIA
6)FONICIELLO MATTIA
7)MASTELLONE ILARIA
8)MEOLA CHRISTIAN
9)PALMIERI SALVATORE DAWID
10)PLUMITALLO RAFFAELE
11)TREPICCIONE ANDREA MELANIA
12)TROTTA GIUSEPPE
13)ZERRILLO ALESSIA

 

 
 
PRIMA COMUNIONE 2016
Lunedì 25 Aprile 2016 tutti i ragazzi, guidati dal Parroco e dai Catechisti, con la presenza di alcuni genitori vivranno una giornata particolare di preparazione al primo incontro Eucaristico con Gesù.
La giornata si svolgerà sui ritmi degli anni passati nella Parrocchia di Giuliano di Roma.
 

IL LETTORE

IL MINISTERO DEL LETTORE


    È molto importante che vi siano lettori diversi per ogni lettura. È opportuno permettere al maggior numero di fedeli adulti di fungere da lettori assicurando che abbiano le capacità e la preparazione adeguata.
    Il lettore deve anzitutto prendere coscienza che l’impegno di leggere la parola di Dio deve diventare un vero e proprio ministero.
Egli è l’altoparlante di Dio, suo inviato affinché la sua parola, diventata scrittura, ridiventi parola.


CONSIGLI UTILI


    Le letture vanno lette dall’ambone interamente dal lezionario e non dai foglietti.
    Prima di iniziare a leggere è bene attendere in silenzio mentre gli altri lettori stanno seduti lì accanto o dietro in piedi.(questo è per la Domenica o quando ci sono tre letture).
     Non leggere mai lo scritto in rosso (es. prima lettura, salmo, etc): sono delle note esplicative che vanno lette in precedenza.
     Il lettore non solo deve comprendere ciò che legge, ma modulando la voce, il tono e il ritmo deve far capire all’assemblea il senso del brano.
   La regola fondamentale è leggere adagio e con senso. Nella preparazione delle scritture bisogna leggere e studiarne il testo in anticipo, per capirne il significato aiutandosi eventualmente con un commento, rispettando la punteggiatura e le pause, allenandosi a pronunciare le parole difficili.
       È consigliabile esercitarsi a respirare correttamente facendo ampio uso del diaframma emettendo così una voce sicura e calda.
     Non bisogna mai accostare la bocca al microfono ma leggermente spostati in modo da evitare rumori sgradevoli. Conviene sempre provare i microfoni prima della celebrazione.
   Alla fine delle Letture si dice "Parola di Dio " e non "È Parola di Dio" e  non si bacia il libro sacro.



 
 
Data Ora:

Data Ultimo Aggiornamento del Sito: 05/05/2017
Copyright © 2008-2013 Parrocchia S.Andrea Apostolo- Tutti i diritti riservati-.
Torna ai contenuti | Torna al menu